Centro Europa per la Scuola Educazione Società

Centro per la formazione continua in dimensione Europea


BACK

Progetto Takim

Gemellaggio con le scuole albanesi:
un progetto per il diritto allo studio


  1. Premessa
  2. Obiettivi
  3. Strutture
  4. Il coordinamento del CESES
  5. Modalità operative
  6. Tempi dell'operazione
  7. Convegno italo-albanese a Tirana
  8. Verifiche
  9. Primi strumenti operativi
  10. Le scuole gemellate
  11. Evaluazione

  1. Premessa

    Con la risoluzione del Consiglio d'Europa, nell'ambito dell'operazione di gemellaggio tra le scuole albanesi e scuole europee, sono stati assegnati all'Italia I distretti di Vlora e Saranda, affidando al CESES il coordinamento nazionale. In merito, stato predisposto un progetto per l'avvio dell'operazione.

  2. Gli Obiettivi

  3. Strutture e Collaborazioni

    1. Le strutture

      La direzione e la gestione complessiva del progetto viene assunta dal Consiglio Direttivo del CESES Centrale.
      Lo studio, la elaborazione del piano ed i successivi interventi di coordinamento e di verifica sono affidati al comitato Tecnico di Progetto che seguirà l'aspetto tecnico-culturale e organizzativo presieduto dalla Prof.ssa Lidia Ugozzini con la direzione tecnico-scientifica dell'Ispettore Agostino Rettani.
      La segreteria seguirà l'aspetto operativo. Tali organismi vengono costituiti con componenti appartenenti per gran parte al settore scolastico culturale specifico.

    2. Il ruolo degli enti, sindacati e organismi vari

      Al fine di favorire le iniziative di gemellaggio, gli Enti, i Sindacati Nazionali, le Associazioni possono contribuire alla realizzazione delle iniziative con interventi rapportati alle loro caracteristiche e funzioni. La stampa di categoria delle organizzazioni sindacali è invitata a promuovere un'opera di sensibilizzazione nei confronti degli operatori scolastici.
      In particolare il CESES e le scuole gemellate si rivolgeranno, innanzitutto, agli enti locali (Regioni, Provincie, comuni) per interventi che possano riguardare forniture di attrezzature, arredamento, sussidi scolastici ancora in buon uso e non più utilizzati.

    3. Il coinvolgimento delle imprese economiche

      Nel quadro di un ampio coinvolgimento delle realtà economiche saranno presi contatti con case editrici, grandi magazzini, industrie, banche, etc... per la fornitura di libri, quaderni, materiale di concelleria, cassette igienico-sanitarie, sussidi didattici, vestiario.

  4. Il coordinamento del CESES

    1. Il coordinamento affidato dal Consiglio d'Europa al CESES consisterà essenzialmente nell'orientare le istituzioni scolastiche interessate nelle operazioni di gemellaggio, suggerendo forme e modalità più consone al raggiungimento degli obiettivi. In particolare si propondrà di:
      - organizzare e promuovere interventi integrativi e di suporto alle scuole che presentino difficoltà operative
      - promuovere incontri a livello nazionale e locale tra i responsabili del CESES e i referenti delle istituzioni scolastiche aderenti per discutere e trovare soluzioni adeguate ai problemi che si dovessero prospettare
      - svolgere attività di assistenza e consulenza finalizzata alla buona riuscita del progetto

    2. Dalle informazioni e da alcune visite alle scuole da gemellare, è emerso la grave situazione in cui si trovano le istituzioni scolastiche, in relazione sopratutto alle condizioni degli edifici, delle attrezzature scolastiche e dall'arredamento.
      Il CESES, pertanto, al fine di contribuire a rimuovere, se pure in parte, tali condizioni che concorrono a rendere disagevole la permanenza a scuola degli alunnie precario lo svolgimento delle attività didattiche, si farà prtomotore di interventi diretti presso le amministrazioni comunali e provinciali, affinchè mettano a disposizione sussidi e arredamenti che risultino inutilizzati a causa della contrazione del numero delle classi in Italia.

  5. Modalità operative

    1. Il documento del comitato tecnico di progetto
      Ai sensi della Circ. Min. dsel 24.4.94, strumento essenziale per l'avvio dell'operazione di gemellaggio e suo supporto giuridico, le scuole potranno chiedere al CESES il documento predisposto dal Comitato tecnico di progetto, riferimento essenziale per l'avvio delle operazioni.
      Tale documento è accompagnato da una scheda di adesione per la rilevazione dei dati e degli elementi relativi alle istituzioni scolastiche interessate al gemellaggio e dall'elenco delle corrispondenti scuole albanesi.
      La scheda, da compilarsi in duplice copia, costituirà la base per tutti gli interventi di coordinamento e di verifica.
    2. Raccolta delle adesioni e indicazione della scuola albanese di riferimento
      Le comunicazioni di adesione all'iniziativa che le scuole interessate faranno pervenire unitamente ai dati e agli elementi richiesti, forniranno utili indicazioni per l'individuazione della scuola albanese da gemellare.

  6. Tempi dell'operazione

    Le procedure d'avvio del progetto, dovranno essere predisposte e concluse entro il mese di Gennaio 1995.

  7. Convegno italo-albanese a Tirana

    Mediante un convegno che verrà effettuato a Tirana verranno nel contempo acquisti strumenti didattici (programmi di studio e moduli applicativi, sussidi didattici in uso, libri di testo, ecc.) e organizzativi (norme e disposizioni sul funzionamento delle scuole, calendario e orario scolastico).
    Tali informazioni e gli istrumenti raccolti saranno successivamente presentati, illustrati e discussi in un convegno di studio in Italia.

  8. Verifiche

  9. Primi strumenti operativi

    1. Il CESES sta predisponendo un documento-traccia per gli scambi culturali con l'Albania e sarà inviato a tutte le scuole gemellate il più presto possibile.

    2. E stata inoltre preposta una prima cassette video da parte dell'Istituto Tecnico "Fanno" di Conegliano Veneto che ha già effettuato una visita in Albania.
      Chi desidera avere una copia può chiederla alla Sede Centrale.

  10. Le scuole gemellate

    Al 14.12.94 le Scuole gemellate con le regioni di Vlora e Saranda sono 129.
    Inoltre 10 scuole sono state gemellate con scuole di altri distretti per continuare i rapporti già aperti nel passato.

  11. Evaluazione

    Scusateci; si lavora ancora.