Venezia > Basilica di San Marco

Basilica di San Marco

Gli stili architettonici e decorativi occidentali e orientali sono stati fusi per creare uno dei più spettacolari edifici del mondo. L’esterno deve il suo splendore orientaleggiante ai tesori giunti dai territori d’oltremare veneziani, tra cui le celeberrime copie in bronzo dei cavalli portati da Costantinopoli nel 1204, le colonne opulente, i bassorilievi e i marmi colorati che costellano la facciata. Mosaici di epoche differenti adornano i cinque portoni, mentre il portale principale è incorniciato da bassorilievi italiani del periodo romanico (1240-65).
Il magnifico interno della basilica è ricoperto di splendidi mosaici, che iniziano nel nartece, o atrio, e che culminano negli scintillanti pannelli delle cupole della Pentecoste e dell’Ascensione. Nell’atrio, la cupola della Genesi vanta una straordinaria Creazione del mondo descritta in cerchi concentrici. Anche il pavimento è decorato con mosaici in marmo e vetro. Dall’atrio alcuni gradini conducono al Museo Marciano, dove sono custoditi i famosi cavalli di Costantinopoli.
Tra gli altri tesori, sono degni di nota la Pala d'Oro, incastonata di gioielli, posta dietro l’altare, e l’icona di Nicopeia.