Spas in Romagna
Terme di collina Salsomaggiore



Terme Berzieri - Zoia E' Lorenzo Berzieri, il medico condotto di Salsomaggiore che per primo, e con successo, sperimenta le proprieta' terapeutiche delle acque salsobromojodiche, conosciute e utilizzate gia' in epoca pre-romana per l'estrazione del sale. E' il 1839, data che segna l'inizio del processo di trasformazione della citta' di Salsomaggiore: da piccolo "borgo del sale" essa diverra' in breve tempo una delle piu' affermate e frequentate Villes d'Eaux europee. Gia' ai primi del Novecento, Salsomaggiore puo' contare su diversi stabilimenti termali e grandi alberghi frequentati assiduamente dalla Regina Margherita di Savoia, dalla Zarina della Russia, da letterati e politici del tempo. Il fenomeno del termalismo salsese, diventato di interesse nazionale, registra un'importante svolta con l'approvazione della legge Facta del 1913 che sancisce la proprieta' dello stato sulle acque minerali e avvia la revoca di ogni concessione di sfruttamento. Proprio in quegli anni si iniziano i lavori di costruzione del grandioso stabilimento Berzieri, il cui progetto firmato dall'architetto Ugo Giusti, si avvarra' della collaborazione del pittore, decoratore e ceramista Galileo Chini. Per il suo intervento, il palazzo diviene uno degli esempi piu' eclatanti della nascente art deco, una scheggia di estremo oriente, ma anche un ricordo di architetture assiro babilonesi e di bizantinismi rivisitati alla maniera di Klimt e della Secessione viennese. Inaugurato nel 1923, ancora oggi accoglie i numerosi amanti delle terme. Negli anni Settanta, per far fronte al continuo incremento dell'attivita' termale, vengono inaugurate anche le Terme Zoia, stabilimento moderno e funzionale, incastonato nel Parco Mazzini che presenta linee architettoniche essenziali, sistemazione razionale dei servizi e particolare comfort, insieme, le due strutture sono in grado di soddisfare punte massime di 15.000 cure al giorno. Le Terme di Salsomaggiore, proprietarie dei due stabilimenti, possiedono anche due grandi alberghi con cure termali interne, il Grand Hotel Porro e l'Hotel Valentini, situati in un parco privato di 60.000mq, con piscina termale coperta. Sempre nel contesto termale, Villa Igea, una casa di cura per la riabilitazione funzionale con un'equipe di medici specialisti. Le acque minerali di Salsomaggiore appartengono per il loro contenuto in sodio, al gruppo delle acque salse nelle varieta' salsobromojodica, per la presenza di bromo e iodio. Sono acque ipertoniche fredde che escono da pozzi artesiani, profondi 800-1200 mt, ad una temperatura di 16 gradi e a densita' salina tre volte superiore al Mar Morto (16 gradi Baume, che corrispondono a circa 150 grammi di sali per litro di acqua). Le Terme di Salsomaggiore, con lo scopo di integrare la classica cura termale, hanno creato una linea cosmetica naturale basata sui principi attivi delle acque salsobromojodiche. Linee appositamente studiate per il cavo orale, per la cellulite, per il viso e per il corpo che, insieme ai tradizionali sali estratti dalle acque, permettono di mantenerei risultati dei trattamenti termali anche a domicilio.



per informazioni e prenotazioni

Indirizzo: Terme di Salsomaggiore Via Roma, 9 43039 Salsomaggiore Terme (Pr)Tel.: 0524/578201 Fax: 0524/576987

Apertura:tutto l'anno

Acque:salsobromojodiche ipertoniche


CURE

bagni con idromassaggio, ozono, microbolle, fanghi, inalazioni, humages, polverizzazioni, irrigazioni nasali,insufflazioni endotimpaniche, irrigazioni e aerosol vaginali, balneoterapia orale, medicina estetica e trattamenti anticellulite.