Spas in Romagna
Terme di collina Terme di Castrocaro



Terme di Castrocaro La storia delle terme inizia il 29 dicembre 1829, quando Antonio Samori', di professione "spallone", venne sorpreso dai gabellieri granducali di Toscana mentre di notte portava via dalle polle delle sorgenti della Bolca un barilotto di 17 litri di acqua salata. Non avendo il permesso, Samori' venne denunciato e condannato dal tribunale di Rocca San Casciano ad una multa di 63 lire. La magistratura fiorentina prima di emettere la sentenza affido' ad un chimico il compito di analizzare il corpo del reato. Dall'esame si scopri' che quell'acqua, oltre a contenere sale in abbondanza, possedeva una buona percentuale di bromo e jodio. Dopo le prime esperienze di carattere terapeutico, si svilupparono alcune iniziative per lo sfruttamento commerciale delle acque. Con la realizzazione dei primi stabilimenti balneari, inizi˜ l'era pioneristica del termalismo castrocarese. Oggi e' il luogo ideale per una vacanza diversa e per un salutare recupero psico-fisico, tanto che e' stata definita il "Cuore verde della Romagna". Ma non solo, Castrocaro Terme e' anche sede del concorso "Voci Nuove" della canzone italiana. Gli stabilimenti termali, perfettamente attrezzati, si sono arricchiti di un nuovo centro di idrochinesiterapia e rieducazione funzionale con piscine terapeutiche e di un reparto di cure estetiche termali, dotato di piscina termale con vari tipi di idromassaggio che sono in grado di sfruttare al meglio le proprieta' curative delle preziose acque di Castrocaro. L'acqua della Bolga, e' minerale salsobromojodica ad elevata concentrazione salina. L'acqua del Pozzo Aristide Conti e' la piu' antica fra le acque di Castrocaro, salsobromojodica a concentrazione salina elevatissima. L'acqua Salsubia, minerale sulfurea a grado solfidrometrico medio. Le acque Salubria e Beatrice, minerali solfuree-salsobromojodiche. La Beatrice presenta un notevole contenuto di magnesio e cloruro di sodio. Vengono esclusivamente distribuite per la cura idropinica. Particolarissimi sono i fanghi a maturazione naturale. "L'argilla vergine" estratta dalle cave a Bolga viene mescolata all'acqua salsobromojodica in apposite vasche, da dove, trascorso un periodo che va da 9 a 12 mesi, si estrae il fango naturale salsojodico delle terme di Castrocaro. L'enorme capacita' di trattenere il calore rende questo fango un mezzo di cura eccezionale, unico sia in medicina termale che in medicina fisica. Termalismo e medicina estetica presentano molti punti di contatto. Obiettivo in comune, prevenzione, cura e restituzione della salute. Al nuovo reparto di cure estetiche delle terme di Castrocaro si interviene efficacemente sia sul corpo che sul viso, con moderne tecniche, che utilizzano acque, fanghi termali e prodotti cosmetici naturali. Un'accogliente e rilassante piscina termale con ogni tipo di idromassaggio e massaggi antistress, consigli dietetici e percorsi ginnici nel verde e immenso parco delle Terme (trenta ettari con 16 km di viali e sentieri), completano questo esclusivo servizio, donando un perfettto equilibrio energetico e psichico. Il centro termale offre per l'attivita' sportiva, piscine, campi da tennis, da basket, da calcio, da bocce, bowling e maneggio.



per informazioni e prenotazioni

Indirizzo: Piazza Garibaldi, 52 47011 Castrocaro (Fo)Tel.: 0543/767125 Fax: 0543/766768
Numero verde: 167/017931 (o. u.)

Apertura:da aprile a novembre

Acque:salsobromojodiche-solfuree, fanghi a maturazione naturale.


CURE
artrosi, postumi da traumi, periartriti, reumatismi fibromialgici, flebopatie, cellulite, inestetismi, riniti, faringiti, bronchiti, sorditˆ rinogena, vaginiti, disturbi della menopausa, stitichezza, acne e eczemi.