Spas in Romagna
Terme d'Appennino Terme di Bobbio



Al di la' del fiume, tra gli alberi, salute e benessere nella full immersion della natura. Piancasale e San Martino, le due localita' copiose di acque. Nella prima, nel 1927, la societa' Acque minerali di Bobbio utilizzava una sorgente salsobromojodica ricevuta in concessione dal proprietario, il marchese Obizzo Malaspina, in uno stabilimento termale, i bagni di Piancasale o di S. Ambrogio. Intorno quell'anno, l'acqua diminui' in quantita' e l'attivita' termale termino' a poco a poco. La sorgente sulfurea-salsa di San Martino, invece, venne utilizzata fin dal 1897 in un piccolo stabilimento, poi chiuso. Nel 1962, al figlio del costruttore del primo stabilimento venne l'idea di utilizzare in maniera diversa le acque. Nacque cosi' la societa' "Terme di Bobbio", mentre lo stabilimento entro' in funzione nel giugno 1972. La sorgente scaturisce a 275 metri sul livello del mare dai calcari argillosi sottostanti ad una potente formazione arenacea oligocenica, a una temperatura di 18 gradi. L'acqua, classificata solfurea-salsa, contiene come elemento fondamentale l'acido solfidrico. A parte la fonte di San Martino Renati ci sono quella di Canneto, ferruginosa; Ponte Pineta e Fonte S. Ambrogio, di acqua salsojodica e ferruginosa. La zona di Bobbio e' ideale per passeggiate ed escursioni nell'appennino emiliano-ligure. Sulla sponda opposta del Trebbio, a una decina di chilometri da Bobbio, si trova Coli, tra la Valtrebbia e la Valnure. Tel.: Apertura: Acque: Cure:



per informazioni e prenotazioni

Indirizzo: Via San Martino, 20 29022 Bobbio (Piacenza)Tel.: 0523/936250

Apertura:da maggio a ottobre

Acque:salso-sulfuree.


CURE
malattie delle vie respiratorie, malattie otorinolaringoiatriche, dermatologiche, reumatiche, ginecologiche ed epatobiliari, aerosol, politzer crenoterapico vibrato, idromassaggio e fisiokinesiterapia.